Banner

Strumenti di difesa commerciali

Il libero commercio internazionale può portare benefici solo se vi sono condizioni eque di competitività tra produttori interni e stranieri sulla base di veri elementi di vantaggio competitivo. Il ruolo della Commissione Europea nel raggiungere condizioni di mercato aperte ed eque comprende la difesa della produzione europea dalle distorsioni del mercato indotte a livello internazionale, quali ad esempio l’elargizione di sovvenzioni o il dumping, applicando strumenti di difesa commerciali conformi con la legislazione della UE e le regole dell’Organizzazione Mondiale del Commercio (sito web DG Trade).


Dumping

Ai fini delle investigazioni antidumping, il dumping si verifica quando un’azienda straniera vende un prodotto nell’Unione Europea a un valore inferiore al normale valore del prodotto (ossia i prezzi interni del prodotto o il costo di produzione) nel proprio mercato interno. Se la Commissione Europea conduce un’investigazione antidumping e conferma l’esistenza di un comportamento di dumping, possono essere imposte misure antidumping sulle importazioni del prodotto interessato. Tali misure assumono normalmente la forma di dazio pagato nella UE dall’importatore e raccolto dalle autorità doganali nazionali dei paesi della UE interessati. Leggi di più sull’antidumping nel sito web DG TRADE


Sovvenzioni

Le norme antisovvenzioni della UE definiscono la sovvenzione come “un contributo finanziario erogato da (o per conto di) uno stato o un ente pubblico che conferisce un vantaggio al destinatario”. Sono vietate sovvenzioni specifiche limitate a una ditta, azienda o gruppo di ditte o aziende. Le sovvenzioni per l’esportazione e le sovvenzioni che dipendono dall’impiego di merci nazionali rispetto a quelle importante sono ritenute specifiche. La UE può imporre dazi compensativi per neutralizzare i benefici di una sovvenzione illegale. La misura compensativa assume di solito la forma di dazio ed è applicata per contrastare gli effetti dannosi di importazioni sovvenzionate sul mercato della UE e ripristinare condizioni di concorrenza leale. Il dazio viene pagato dall’importatore e raccolto dalle autorità doganali del paese della UE interessato. Leggi di più sulle sovvenzioni e i dazi compensativi sul sito web DG TRADE

 


 

Video de la Commissione Europea sulla strumenti di difesa commerciale