Banner

Il solare della UE per la crescita sostenibile

Lo sviluppo di tecnologie basate su energie rinnovabili accessibili, inesauribili e pulite, come il solare, l’eolico e l’idroelettrico, apporterà enormi vantaggi nel lungo termine. Ciò incrementerà la sicurezza energetica dei paesi grazie al supporto di risorse locali inesauribili e, aspetto molto importante, indipendenti, migliorerà la sostenibilità, ridurrà l’inquinamento, abbasserà i costi per attenuare i cambiamenti climatici e manterrà i prezzi dei combustibili fossili più bassi che in altre circostanze.


Per produrre elettricità, i pannelli fotovoltaici necessitano solo della luce del giorno, non della luce solare diretta. Ciò significa che non sono efficaci solo nei mesi estivi, ma durante tutto l’anno, anche nei giorni in cui il cielo è coperto. Il sole è una fonte di energia illimitata e gratuita disponibile in ogni angolo del mondo. Secondo i dati della NASA, ogni ora la quantità di energia solare che colpisce la Terra è sufficiente a soddisfare le esigenze energetiche dell’uomo per più di un anno.


La certezza dell’offerta è un obiettivo centrale della politica energetica europea. I combustibili fossili stanno diventando sempre più scarsi e costosi. Nel 2010, la UE ha importato oltre 556 milioni di tonnellate di petrolio grezzo. Nel 2011, la sola Germania ha importato petrolio grezzo e gas naturale per circa 82 miliardi di euro. La UE può liberarsi da questa dipendenza con l’energia solare e le altre rinnovabili.


Il potenziale dell’energia solare

La domanda di energia solare diventa sempre più pressante a livello mondiale, e in particolare nella UE. Attualmente, il fotovoltaico, dopo l’idroelettrico e l’eolico, è la terza fonte di energia rinnovabile più importante in termini di capacità installata a livello mondiale.


Alla fine del 2011, la capacità installata dei sistemi fotovoltaici è stata di oltre 50 GW in Europa. Con il crescente contributo fornito dai paesi dell’Europa meridionale, ogni anno vengono prodotti oltre 60 miliardi di kWh, una potenza sufficiente a fornire energia ad oltre 15 milioni di famiglie europee. Il 75% dell’espansione mondiale del fotovoltaico installato nel 2011 è stato registrato in Europa, dove è localizzato anche il 75% della capacità fotovoltaica installata nel mondo. La riduzione nei prezzi dei moduli solari a seguito di una costante innovazione da parte dell’industria europea è un forte incentivo per gli operatori di sistemi fotovoltaici. Di conseguenza, anche il prezzo dell’energia solare generata dovrà continuare a scendere.

“Le installazioni mondiali di fotovoltaico solare potrebbero aumentare di 50 volte ogni anno entro il 2020 rispetto al 2005, raggiungendo livelli di installazione in grado di competere con quelli dell’eolico, dell’idroelettrico e del gas e che potrebbero perfino rendere obsoleto il nucleare.”

Fonte: Rapporto McKinsey sull’energia solare, aprile 2012

La quota di energia solare continua ad aumentare in tutta Europa. Alla fine di maggio 2012, la capacità totale del fotovoltaico in Germania ha raggiunto per la prima volta un valore record di oltre il 40% di tutte le fonti di elettricità. I 20 GW di elettricità prodotti a quella data equivalgono alla potenza di 20 impianti di energia nucleare.

  • La tecnologia fotovoltaica solare richiede pochissima manutenzione, è durevole ed assolutamente silenziosa.
  • L’energia solare è la rinnovabile più prossima alla grid parity per gli utenti finali.
  • L’energia solare sta contribuendo ad abbassare i prezzi dell’elettricità nella UE. In Germania, il fotovoltaico solare ha dimostrato di poter tagliare i prezzi dell’elettricità di picco fino al 40%.

FOTOVOLTAICO SOLARE ALLA PORTATA DI TUTTI

  • Il ribasso sostenibile dei prezzi del fotovoltaico contribuirà all’installazione del solare. I prezzi dei moduli solari si sono ridotti in maniera sostanziale grazie all’innovazione costante. In futuro, i costi dell’energia solare continueranno a calare, mentre i prezzi del mercato generale dell’elettricità saliranno rendendo il solare sempre più una scelta economicamente razionale.
  • Quando i prezzi reali dell’elettricità prodotta dal solare raggiungeranno la cosiddetta grid parity, la scelta di generare elettricità dal solare diventerà più motivata che mai. In alcune regioni di paesi dell’Europa meridionale, questo salto di qualità è imminente.
  • La produzione decentralizzata di energia favorisce percorsi di trasmissione più brevi e minori perdite di energia dovute alla trasmissione. Con il fotovoltaico non è necessario spendere diversi miliardi di euro per espandere la rete elettrica, e ciò contribuirebbe anche a ridurre ulteriormente i prezzi.

“L’elettricità prodotta dal fotovoltaico solare può essere competitiva con l’elettricità di rete in alcuni paesi europei (Italia) già nel 2013, e in tutti i segmenti di mercato del continente europeo entro il 2020”

Fonte: Studio EPIA AT Kearney, 2011.